Torna indietro

[Giordano Bruno]. Lull Ramòn (1232-1316)

Opusculum Raymundinum De auditu Kabbalistico siue ad omnes scientias introductorium... Paris, Gilles Gorbin, 1578. (bound with:) Idem. Ars brevis illuminatis Doctoris Magistri Raymundi Lull. Quae est ad omnes scientias pauco & breui tempore assequendas introductorium & breuis via... Paris, Gilles Gorbin, 1578. (bound with:) Bruno, Giordano (1548-1600). Philoteus Iordanus Brunus Nolanus De compendiosa architectura, & complementi artis Lullij. Ad illustriss. D.D. Ioannem Morum pro serenissima Venetorum R.p. apud Christianissimum Gallorum & Polonorum regem, legatum Patris, Gilles Gorbin, 1582

€ 38.000
Bruno e il revival del Lullismo nel Rinascimento
[Giordano Bruno]. Lull Ramòn (1232-1316). Opusculum Raymundinum De auditu Kabbalistico siue ad omnes scientias introductorium... Paris, Gilles Gorbin, 1578. (bound with:) Idem. Ars brevis illuminatis Doctoris Magistri Raymundi Lull. Quae est ad omnes scientias pauco & breui tempore assequendas introductorium & breuis via... Paris, Gilles Gorbin, 1578. (bound with:) Bruno, Giordano (1548-1600). Philoteus Iordanus Brunus Nolanus De compendiosa architectura, & complementi artis Lullij. Ad illustriss. D.D. Ioannem Morum pro serenissima Venetorum R.p. apud Christianissimum Gallorum & Polonorum regem, legatum. Patris, Gilles Gorbin, 1582

Tre opere in un volume, 16° (mm 113x69). I. Segnatura: A-K8 . 82 [ma 80] carte. Carattere romano e corsivo. Marca tipografica incisa su legno al frontespizio. Sei tavole fuori testo, inclusa una tavola ripiegata (TABVLA GENERALIS), e una con volvella tra le carte B4 e B5. Il margine esterno di una delle tavole rifilato. Diagrammi silografici nel testo. Testatina e iniziali decorate. II. Segnatura: A-F8. [48] carte. Carattere romano e corsivo. Marca tipografica incisa su legno al frontespizio. Due tavole fuori testo, entrambe ripiegate (SECVNDA FIGVRA; TABVLA GENERALIS). Tre silografie a piena pagina, quella al verso della carta B2 con volvelle. Iniziali silografiche decorate. III. Segnatura: A-E8, F4. 43 di 44carte, manca l'ultima carta bianca. Carattere romano e corsivo. Due tavole fuori testo, inclusa la tavola ripiegata contenente due volvelle ancora non ritagliate e destinate ad essere montate alla carta B8v. Carta B3 piegata, con grande silografia al verso. Diagrammi e illustrazioni incisi su legno: Testatine e finalini silografici, iniziali decorate, anch'esse incise su legno. Legatura settecentesca in mezzo vitello, piatti in carta marrone. Dorso liscio, diviso in scomparti da filetti dorati, titoli in oro (ora abrasi) su tassello in marocchino nocciola. Tagli spruzzati in rosso. Esemplare in ottimo stato di conservazione, alcuni aloni e bruniture. Nella terza edizione legata nel volume, il margine superiore leggermente rifilato. Nota a lapis ‘Philosoph. IV' al contropiatto posteriore. Alcune sottolineature di mano antica nella seconda edizione legata. Al frontespizio della terza edizione legata la nota ‘v. Vogt p. 116', in riferimento al Catalogus historico-criticus librorum rariorum di Johann Vogt (Hamburg 1747).

Provenienza: ‘Kellner' (nota di possesso al recto della carta di guardia anteriore); Biblioteca Regia di Berlino (antico timbro in inchiostro rosso al verso del frontespizio della prima edizione legata; esemplare dismesso).

Volume miscellaneo di notevole interesse che comprende tre rare edizioni, tra cui la prima edizione del De compendiosa architectura di Giordano Bruno, preziosa testimonianza della fortuna rinascimentale del Lullismo.

Il volume si apre con il De auditu Kabbalistico, già apparso in forma anonima a Venezia nel 1518 e nel 1538. Tradizionalmente attribuito al filosofo e teologo catalano Ramo?n Llull, studi più recenti hanno proposto quale autore il medico Pietro Mainardi.

Altrettanto ricercata è la seconda edizione legata, l'Ars brevis, fortunato compendio della Ars magna generalis composto da Lullo nel 1308, e per la prima volta dato alle stampe nel 1481.

Entrambe le opere furono avidamente lette da Giordano Bruno durante gli anni di studio a Napoli, e l'influenza sul suo pensiero è evidente. Non è quindi sorprendente che un ignoto possessore abbia legato nel volume che qui si presenta anche un esemplare della terza e rara opera data alle stampe da Bruno, il De compendiosa architectura, & complementi artis Lullij, elaborata sintesi tra Ars Lulliana e l'arte della memoria di tradizione classica.

Le otto silografie incluse nell'edizione furono con ogni probabilità disegnate e incise su legno dallo stesso Bruno, e quattro di esse sono basate sulle ruote lulliane. L'esemplare del De compendiosa architectura ha una particolarità eccezionale: contiene infatti, tra le carte B7 e B8, una carta con due volvelle ancora non ritagliate.

Gli elementi singoli di questi delicati strumenti erano infatti impressi su fogli di carta di maggiore grammatura, per essere poi ritagliati e montati nel luogo appropriato del volume. In genere tale operazione era svolta nella stessa tipografia o nella bottega del legatore. Nel nostro esemplare le due volvelle sono non solo ancora sullo stesso foglio, ma anche corredate delle istruzioni per il loro montaggio, “Hi duo circulli includentur in eo circulo qui habetur folio 16.”, operazione mai però effettuata.

Per errore o mera distrazione: per noi un fortunato caso che ci consente di gettare un inedito sguardo sulla produzione materiale del libro del Cinquecento.

I. STC French 292; Palau 143.864; Caillet 6846; Duveen, p. 370; Rogent y Duran, no. 121. II. STC French 292; Palau, 14370-14384; Duveen, p. 370, Rogent y Duran, no. 120. III. Adams B-2953; STC French 84; Salvestrini, Bibliografia, no. 40; Sturlese, Bibliografia, no. 3; M. Gabrieli, Giordano Bruno. Corpus Iconographicum, Milano 2001, pp. 125-153; Philobiblon, One Thousand Years of Bibliophily, no. 154.