Dante

Dante

«Lettor, tu vedi ben com'io innalzo la mia matera...»

Raccolta di edizioni dantesche

Il catalogo, nella sua versione stampata presentata a Milano in occasione della mostra Libri antichi e di pregio svoltasi dall'11 al 13 marzo 2016, accoglie una selezione di opere dantesche dal XV al XX secolo. Le edizioni sono divise in tre sezioni: Commedia, Opere minori e Letteratura dantesca.

In ognuna spiccano testi di eccezionale pregio e rarità a partire dalla «prima edizione veramente illustrata del poema dantesco», la Commedia stampata a Brescia nel 1487, corredata dal commento di Cristoforo Landino. I volumi ripercorrono tutte le tappe fondamentali della storia editoriale del capolavoro di Dante: le edizioni incunabole del 1491 e del 1493, le impressioni aldine e lionesi del primo Cinquecento, le stampe del XVI secolo che attestano la diffusione del testo, la giolitina del 1555 dove per la prima compare la dicitura Divina, le tre uniche edizioni secentesche, le sontuose stampe di Antonio Zatta nel Settecento, fino alle nuove e originali interpretazioni grafiche - illustrate e non - del XX secolo.

Nella sezione Opere minori meritano menzione non solo alcune prime edizioni degli altri scritti danteschi entrati nella storia della letteratura italiana, ma anche impressioni successive interessanti sotto diversi aspetti, iconografici o testuali. Nella Letteratura dantesca trovano spazio alcuni scritti entrati nella bibliografia legata al poeta fiorentino per le citazioni o i riferimenti alla sua opera, ma anche pregevoli esemplari di testi di autori che dell'Alighieri ebbero a scrivere, a partire da Leonardo Bruni e Giovanni Boccaccio.

I volumi descritti nel catalogo a stampa - scaricabile in pdf - sono accolti anche in una più ampia selezione di opere dantesche, consultabile al link www.philobiblon.org/cataloghi/dante. L' e-catalogue comprende più di 400 edizioni di opere di Dante o a lui dedicate, stampate tra il XV e il XXI secolo.