Riapertura libreria Arion Montecitorio

Riapre la Libreria Arion di Piazza Montecitorio 59, rinnovata e trasformata, arricchita grazie alla collaborazione con la galleria d'arte Instar di Ovidio Jacorossi.

Ciò che non è cambiato è il contributo di Philobiblon all'unicità di questa libreria del centro, la sola in cui trovare i libri nuovi in commercio - siano romanzi o saggi - e rarità bibliografiche: manoscritti, incunaboli, cinquecentine, prime edizioni del Novecento.

Con il ritorno di Arion a Montecitorio ricomincia anche la nostra avventura insieme agli amici e colleghi di queste librerie indipendenti. Per l'inaugurazione Vi abbiamo riservato una selezione di volumi che Fabrizio Govi - libraio antiquario e già presidente ALAI - ha scelto per fissare un Nuovo canone bio-bibliografico degli autori italiani nel suo volume I CLASSICI CHE HANNO FATTO L'ITALIA.

Qualche esempio tra i più pregiati? L'edizione aldina (1502) della Commedia dantesca, la prima edizione delCortegiano di Baldassarre Castglione (1528), del Galatheo di Della Casa (1558) o di Dei delitti e delle penedi Beccaria (1764). E ancora l'impressione Manfrè (1744) del Dialogo di Galileo e la famosa "Quarantana" del romanzo di Alessandro Manzoni (1840).

C'è molto altro, ma non vogliamo svelarlo. Venite a trovarci in Piazza Montecitorio 59.