Torna alla lista

Dante Alighieri.

Le terze rime di Dante.

Dante Alighieri. Le terze rime di Dante. Venezia,Aldo Manuzio, agosto 1502..

In-8° (mm 150x91). 244 carte non numerate, di cui una bianca (l2). Legatura tardo-settecentesca in marocchino nocciola, decorata da una cornice dorata a tre filetti con – al piatto superiore – il nome ‘Caifsottil’ impresso in oro; dorso ornato da ferri floreali dorati e titolo in oro, sguardie in carta marmorizzata, segnalibro in seta verde, tagli marmorizza- ti dorati. Esemplare in buono stato di conservazione, antichi restauri alle prime due carte, piccoli fori di tarlo agli ultimi quaderni

Questa prima edizione aldina e prima cinquecentesca della Commedia - già annunciata nel luglio del 1501 nel congedo di “Aldo a gli lettori” postfatorio a Le cose volgari di Messer Francesco Petrarcha - figura nel secondo catalogo delle edizioni aldine del 22 giugno 1503 fra i “libelli portatiles in formam enchiridii” come “Dantes”. Il curatore Pietro Bembo trascrisse il testo (oggi Ms.Vat. lat. 3197) servendosi come base dell'esemplare (oggi Ms. Vat. lat. 3199) della Commedia che il Boccaccio aveva mandato in dono al Petrarca fra l’estate del 1351 e il maggio del 1353, e che aveva avuto come ultimo proprietario e postillatore Bernardo Bembo.Voltando le spalle alla tra- dizione rappresentata dalla monumentale edizione con commento di Cristoforo Landino (Firenze, Niccolò di Lorenzo, 1481), il Bembo fissò una nuova vulgata del poema dantesco, tanto che l’aldina del 1502 divenne il testo di riferimento di tutte le altre stampe cinquecentesche fino all’edizione della Crusca del 1595. Il Bembo riuscì infatti a «dare un’edizione della Commedia la cui bontà testuale è stata stimata, a fronte delle sedici stampe quattrocentesche, per la più alta convergenza di lezioni (il 77%) con l’antica vulgata di Giorgio Petrocchi» (Laurenziana, p. 107).

De Batines I, pp. 60-62; Mambelli 17; Renouard p. 34, n. 5; Laurenziana, n. 63; Marciana, n. 65; Ahmanson-Murphy 59; Dionisotti-Orlandi, n. XXX; Adams D, 83; Gamba 385