Cataloghi

Vittoriana - Mauro Molle

,2016-1

Vittoriana - Mauro Molle

26 febbraio - 18 marzo 2016

Inaugurazione venerdì 26 marzo - ore 18

Roma - via Antonio Bertoloni, 45

Catalogo a cura di Romina Guidelli e Matteo Ghirighini

Partendo da cinque letture - Alice nel Paese delle Meraviglie, Moby Dick, Frankenstein, Il Corvo e Dracula, Mauro
Molle ha realizzato 71 opere grafiche a monotipo, che raccontano e illustrano il suo personale punto di vista.
Le opere mettono in luce le evidenti suggestioni provocate nell'artista, mentre accompagnano lo spettatore
all'interno di ambientazioni fantastiche, alla ricerca di un privatissimo punto di contatto con i diversi protagonisti
di quelle storie divenute negli anni, e nell'immaginario collettivo, iconografie di culto.

    € 5,00
    Magni. Con i propri occhi

    ,2015-3

    Magni. Con i propri occhi

    6 - 27 giugno 2015

    Roma - via Antonio Bertoloni, 45

    Catalogo a cura di Sissi Aslan. Testi di Sissi Aslan e Alberto Gianquinto

    Per Mauro Magni si deve parlare di nuovi tracciati, formali e iconografici, pur rimanendo ancorato ad una disciplina di visione che ha reso il suo percorso estetico–semiotico sempre conformato all'idea di sincerità in pittura. Magni si è, in questi ultimi dieci anni, diretto verso la ricerca di una soluzione impellente dei malesseri suoi e del mondo, descrivendo ossessivamente e per cicli le Montagne, prima, (suoi e nostri Montagne Sainte Victoire e Fujiyama), le Torri dopo, dal colore, pieno e spesso invadente, al bianco e nero, e infine gli incendi pensati come purificazione.

      € 15,00
      Colagrossi. Con i propri occhi

      ,2015-2

      Colagrossi. Con i propri occhi

      9 - 30 maggio 2015

      Inaugurazione sabato 9 maggio 2015 - ore 18

      Roma, via Antonio Bertoloni, 45

      Catalogo a cura di Sissi Aslan. Testi di Sissi Aslan e Alberto Gianquinto

      La mostra presenta un percorso di circa dieci anni di lavoro dell'artista raccontato da dipinti, anche di grandi dimensioni, su tela e su carta, e terrecotte. Per Angelo Colagrossi "l'opera d'arte è inciampo e sorpresa - scrive Sissi Aslan nel testo critico - si misura sempre con la società che produce e consuma. È ambiguità della bellezza. È meraviglia e sbalordimento della confusione. È arte responsabile. Tentativo di ordine interno contro il kaos esterno" (S. Aslan, Verso La natura scalzo)

        € 15,00
        Rops+Mannelli Incantazioni | Anatomie dello spirito

        ,2015-1

        Rops+Mannelli Incantazioni | Anatomie dello spirito

        20 febbraio - 20 marzo 2015

        Roma, via Antonio Bertoloni, 45

        Catalogo a cura di Luca Arnaudo e Matteo Ghirighini

        Riferimento fondamentale dell'illustrazione libraria e satirica ottocentesca il primo, protagonista assoluto della satira italiana il secondo, Rops e Mannelli condividono una dimensione figurativa dal potente impianto simbolista dove una fantasmagoria di visioni allucinate, spesso accese da un vitale erotismo, si alterna a dolenti quanto delicate meditazioni esistenziali, così svelando una condivisa attenzione per la natura umana che, mentre cattura appieno l'impressione psicologica e il carattere dei tempi, trascende le rispettive epoche, le loro cronache, i nostri vizi e le nostre virtù.

          € 10,00
          Avant/Retro' - Opere inutili di un uomo inutile

          ,2014-2

          Avant/Retro' - Opere inutili di un uomo inutile

          3 - 10 luglio 2014

          Roma - via Antonio Bertoloni, 45

          Mostra e catalogo a cura di Romina Guidelli

          Il lavoro di Giuseppe Vittorio Scapigliati, in arte Toscanaccio, rappresenta esattamente il prolungamento del suo pensiero impegnato, nostalgico, drammatico e ironico ma, soprattutto, sempre pronto a reinventarsi e contraddirsi assecondando il carattere combattuto di un'epoca Avant Retro': "Quella del maestro Scapigliati e' un'indagine di natura analitica realizzata dal-del vero che si proietta nel campo della fantasia, concedendo all'artista il dono di una pittura dagli slanci surreali ma incredibilmente verosimili, assolutamente impegnata nell'interpretazione delle sfumature del tempo e dei significati. Davanti alle opere del maestro si palesa lo spirito della decadenza che soffia sulla nostra epoca. Il respiro di un'eta' interdetta che partorisce ibride presenze combattute tra progresso e regresso: gli eroi del contemporaneo. Siamo noi gli evoluti e fragilissimi eroi che l'artista ritrae". (R. Guidelli)

            Riflessi della Materia

            ,2014-1

            Riflessi della Materia

            21 gennaio - 7 marzo 2014

            Roma, via Antonio Bertoloni, 45

            La passione per il libro antico e per l'incisione tradizionalmente intesa trova nuove traiettorie di sviluppo nella grafica contemporanea e la Mostra apre una serie di appuntamenti dedicati al segno inciso. Frutto della collaborazione con il Kaus (Centro Internazionale per l'Incisione Artistica), la Stamperia Santa Chiara di Urbino, il Contemporary Printmaking Research Centre, l'Atelier Empreinte di Lussemburgo e le associazioni culturali “I Diagonali”, “Atelier” e la “Stamperia del Tevere” di Roma – Riflessi della materia ha carattere ri-cognitivo: un'esposizione mirata ad allargare lo sguardo sulle ricerche tecniche ed espressive di maggior interesse in Italia e all'estero. La Mostra rappresenta le molteplici potenzialità degli strumenti tecnici che sono base ed essenza dell'immagine incisa - scelta delle matrici e dei supporti finali, procedimenti di stampa, combinazione diversa di più tecniche – selezionando significative opere di oltre 70 artisti, tra maestri e giovanissimi, italiani e stranieri.

              Stampe Scelte

              ,2013-2

              Stampe Scelte

              17 dicembre 2013 - 10 gennaio 2014

              Roma - via Antonio Bertoloni, 45

              Catalogo a cura di Matteo Ghirighini

              Dall'archivio Philobiblon grafica d'arte dal 1498 al 2013. Opere di Albrecht Dürer, Marcantonio Raimondi, Guido Reni, Alberto Martini, Pablo Picasso, Giorgio De Chirico, Joan Mirò, Andrè Masson, Domenico Cantatore, Renzo Vespignani, Piero Guccione.

                io, paola romano

                ,2013-1

                io, paola romano

                9 - 27 ottobre 2013

                Roma, via Antonio Bertoloni, 45

                Mostra e catalogo a cura di Francesca Biffi, Matteo Ghirighini, Filippo Rotundo, Luciana Maria Scarpa

                Testi critici di Andrea Romoli Barberini, Giuseppe di Giacomo, Vittorio Sgarbi, Mehran Zelli

                "Nel percorso della Romano, sin dagli esordi, il punto di partenza è sempre scaturito dal fascino della materia nelle sue infinite possibilità di manipolazione e forma che possono condurre a soluzioni anche molto diverse tra loro perchè guidate da una sorta di ideale effetto domino basato come detto sull'evocazione e sull'analogia di quanto pensato e realizzato, quasi in un personalissimo cadavre exquis che si sviluppa per temi e cicli" (A. Romoli Barberini)